Ricette, Secondi

Manzo all’olio – EVVIVA la tradizionalità

E voi fate qualche volta la cucina tradizionale?

Io sono fortemente convita che l’ Italia sia il paese più bello del mondo e, sopratutto, sono pazza della cucina regionale, partendo dai canederli fino ad arrivare alle orecchiette con le cime di rapa, passando a Barolo per un buon brasato e così, specialmente nel weekend, mi cimento in “tradizionalità”

Nelle prossime settimane vi darò qualche idea per il pranzo di Natale…. perché ormai ci siamooooo!!!!

Il manzo all’olio è una ricetta Lombarda, precisamente della zona di Rovato in provincia di Brescia.

Il manzo viene cotto in abbondante olio e acqua, mi raccomando la scelta degli ingredienti è fondamentale, e la qualità della carne e dell’olio faranno la differenza.

Ingredienti

800 gr di carne di manzo tipo cappello del prete o noce

1 cipolla

2 carote

6 acciughe

farina bianca q.b.

60 ml di vino bianco

120 g di olio evo

acqua qb

2  spicchi di aglio

1 cucchiaio di capperi dissalati

sale e pepe qb

Procedimento

Fate un piccolo buchino su ogni lato della carne, inserite un pezzetto d’aglio e un pezzetto di acciuga.

Infarinate la carne e rosolatela in una casseruola abbastanza capiente da poter contenere i liquidi che copriranno la carne.

Una volta rosolata aggiunte il vino bianco e l’olio evo, la carota, la cipolla a pezzi e le restanti acciughe, i capperi dissalati, lo spicchio d’aglio rimasto.

Coprite la carne con l’acqua, aggiustate di sale e pepe e cuocete per 1 h e 1/2 a fuoco medio, il liquido deve sempre sobbollire.

Quando la carne sarà cotta fatela raffreddate e con un minipimer frullate verdura e liquidi.

Tagliate la carne a fettine, rimettetela nella pentola.

Porterete in tavola un super piatto, io rigorosamente con una bella polentina e tris di verdure al forno.

State connesse …… le ricette continuano.

Carola

P.s. W L’ITALIA

Ricette

Hamburger gourmet CBT

Che ho comprato da qualche mese questo strepitoso aggeggio da cucina che si chiama Roner, ve l’ho già detto. Che non passa settimana senza che sperimenti qualcosa di nuovo con la cottura a bassa temperatura, ve lo dico adesso. Che voglia farvi venire la curiosità di provare la cucina di un ristorante tra i vostri fornelli, è quello che mi piacerebbe. Quindi, ogni tanto troverete una mia ricetta che potete realizzare sia con questo metodo, sia con quello classico della cottura in padella o al forno.

Settimana scorsa pausa pranzo un po’ speciale a base di hamburger, quello vero, super morbido, con la polpettona fatta da me accompagnata da una crema al tartufo, stracciatella di burrata e porri caramellati.

Come fare:

Per la polpettona, come alternativa a quella confezionata, potete prepararla voi: io ho sminuzzato grossolanamente al coltello 400 g di roast-beef di chianina, macinati poi nel mixer, e nell’impasto ho aggiunto sale Maldon e pepe. Ho formato due hamburger con il coppapasta, messi sottovuoto e cotti a bassa temperatura a 56 gradi per 1 ora (cottura media, se li volete un pochino più cotti, aumentate di un paio di gradi, il risultato sarà comunque super morbido). Alla fine vanno solo ripassati in padella caldissima (senza olio), 30 secondi per lato.

Per i porri caramellati: tagliate la quantità di porro che desiderate a rondelle, apritele e stufatele in una padella ben calda con un filo d’olio evo fino a quando non saranno ammorbidite. Aggiungete un paio di cucchiai di aceto balsamico e un cucchiaino di zucchero, allungate con un filo d’acqua se necessario.

A questo punto tagliate a metà il panino, riscaldatelo, e componetelo iniziando dal basso: sul fondo un velo di crema al tartufo, poi insalata mista, due o tre fette di pomodoro ramato, la polpettona, un cucchiaio di stracciatella di burrata, alla fine i porri.

Con uno steccone di bambù e un bicchiere di birra, meglio che da Eataly😋

Buona settimana,

Daniela

Ricette

Spaghettoni con salmone fresco

Andare al supermercato e comprarsi una testa di salmone senza la minima idea : FATTO!

Poi tornando a casa in macchina sotto una pioggia battente un’idea mi arriva lenta e profumata.

Spaghettoni con ragù di salmone.

Ingredienti per 4 persone

1 testa di salmone

360 g. di spaghettoni

2 spicchi d’aglio

Prezzemolo

1 bicchiere di vino bianco

Olio evo q.b.

Sale e pepe q.b.

Procedimento

Pulite la testa di salmone non si butta via nulla e mi raccomando le guance sono la parte migliore.

In un tegame scaldate l’olio con l’aglio, unite il salmone a pezzetti e fare insaporire per qualche minuto.

Sfumate con un bicchiere di vino bianco, e continuate la cottura per 15 minuti circa.

Aggiunte il prezzemolo, aggiustate di sale e pepe. Il piatto è servito.

Ricette

Biscottini di frolla ripieni di frutta secca e noci al miele con zest di mandarino

Ogni mattina nella mia tazza di yogurt con la frutta non manca mai un po’ di frutta secca tritata in tutta fretta, tra un occhio alle notizie del giorno sull’Ipad e la ciotola da riempire per il mio coinquilino peloso affamatissimo al risveglio.

Ma una variazione sul tema con cui impiegare un’oretta in dolcezza mentre fuori continua a diluviare?Ecco morbidissimi biscottini autunnali ripieni di questo trito croccante, in cui la pasta frolla della nonna profuma di miele e mandarino, per una pausa caffè che sa di coccola o da meditazione per un dopo cena accompagnati da un buon passito (testato con successo sabato sera da me).

 

Ingredienti

per la pasta frolla:

200 g di farina 00

110 di zucchero 

1 uovo intero e un tuorlo (freddi di frigo)

80 g di burro ammorbidito

un pizzico di sale

1 bustina di vanillina

Per l’interno

100 g di frutta secca mista tra noci, mandorle e nocciole 

2 cucchiaini di miele 

Buccia grattugiata di 2 mandarini

Procedimento

Preparate la pasta frolla classica con la ricetta tradizionale. 

Breve ripasso: unite la farina con lo zucchero e fate un buco centrale in cui mettete il burro ammorbidito a temperatura ambiente a tocchetti, le uova, il sale e la vanillina. Lavorate l’impasto con le mani fino a ottenere una palla; avvolgetela in una pellicola e lasciatela riposare almeno un’ora.

Sminuzzate con una mezzaluna la frutta secca, unite il miele e la buccia del mandarino grattugiata, ottenendo un composto colloso.

Stendete la pasta con il mattarello tra due fogli di carta da forno fino a ottenere una striscia alta circa tre millimetri e per circa 15 centimetri di larghezza.

Adagiate nel mezzo il composto e, aiutandovi con il foglio del carta da forno, arrotolate la pasta fino ad ottenere un cilindro che chiuderete bene con le dita.

Disponete il rotolo su una teglia e incidetelo fino in fondo ogni paio di centimetri.

Infornate in forno preriscaldato a 180 gradi per 30 minuti, spegnete quando vedrete la pasta dorata sulla superficie ma lasciate in forno spento per altri 5 minuti.

Separateli una volta raffreddati, buonissimi ma occhio…sono contagiosi!

Daniela ❤️

Ricette

Farinata di ceci happy hour

Una birra da me stasera?aperitivo a casa dopo l’ufficio e mi salva la farinata di ceci che ho preparato il giorno prima; sana, perché ci dicono che i ceci sono ricchissimi di proteine e vitamine e buonissima, anche riscaldata in una padella ben calda e da spizzicare con qualche fetta di jamon iberico.

Ricetta non facile, di più, e mi ricorda la Liguria, e la sosta golosa che mi concedo ogni tanto al negozio di focacce tra la spiaggia e casa mia sempre pieno di gente.

Ingredienti (per una teglia da 28 cm)

250 g di farina di ceci

700 ml di acqua

Sale e pepe q.b.

2 cucchiai di olio evo

1 rametto di rosmarino

Procedimento

Formate una pastella liquida emulsionando con una frusta l’acqua e la farina e mescolando per evitare i grumi.

Aggiungete il rosmarino e lasciate riposare almeno un’ora.

Togliete il rosmarino e aggiungete olio e sale, continuando a mescolare.

Versate in una teglia rotonda (io ho usato quella grande da pizza) foderata di carta oleata e infornate in forno già caldo a 250 gradi per un quarto d’ora.

Ottima una spolverata di pepe finale e qualche ago di rosmarino.

Buon weekend🍺!!

Daniela

Ricette

Torta all’acqua profumata

Non c’è nulla di meglio che iniziare la giornata con una bella colazione, se poi al posto di biscotti e cornetti confezionati, c’è una profumatissima fetta di torta, ancora meglio.

La ricetta è veloce e super light, voi la conoscete la torta all’acqua? Io l’ho profumata con bergamotto e zenzero ed il risultato è veramente gustoso, certo nulla a confronto di una bella torta super burrosa, ma perfetto per iniziare la giornata o concedersene una fetta con una tisana dopo cena senza sensi di colpa.

Ingredienti per stampo da 24 cm

  • 250 g. di acqua
  • 160 g. di zucchero
  • 230 g. di farina
  • 45 g. di olio di semi
  • 1 cucchiaino di polvere di zenzero
  • 2 o 3 bergamotti (succo)
  • 1 bustina di lievito

Procedimento

Unite tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.

Trasferite l’impatto in una tortiera, potete scegliere se imburrarla oppure usare uno stampo di silicone.

Cuocete in forno per 35 minuti a 200* , fate raffreddare e servite.

Buona colazione a tutti …. dai che è venerdì 🎉🎉🎉🎉🎉

Ricette

Risotto di farro con castagne e pere

Anche se questa lunghissima estate primaverile sembra non volerci abbandonare, è autunno e anche tempo di castagne.

Ne ho viste tante sui banchi dell’ortofrutta e, sarà che fanno tanto voglia di camino acceso e una serata di relax, ne ho comprato un sacchetto, ma ovviamente per non cucinarle come le classiche caldarroste.

E, se la mia passione per il risotto mi precede, l’idea è quella di un risotto che non è un risotto tradizionale perché ho utilizzato il farro al posto del riso, in cui il sapore pieno e dolce della castagna si unisce a quello delicato della pera.

Un vero comfort food ricco e nutriente per le serate autunnali  alternativo ai grandi classici della zuppa o della vellutata di verdure..

Ingredienti (per 2 persone)

150 g di farro

10/12 castagne

1 foglia di alloro

cipolla bionda q.b. 

olio evo

vino bianco q.b.

1 l di brodo vegetale 

parmigiano grattugiato a piacere

1 pera Decana 

Sale e pepe

Procedimento

Incidete le castagne sul dorso e bollitele in acqua bollente con una foglia di alloro per 20/30 minuti. Lasciatele raffreddare, sbucciatele e togliete la pellicina, quindi tagliatele a pezzetti.

Fate soffriggere la cipolla e tostate il farro dopo averlo risciacquato, sfumate con il vino bianco e cuocete come un risotto, aggiungendo il brodo.

Ripassate per un minuto a pera tagliata a tocchetti, con la buccia, in un padellino con una noce di burro.

A metà cottura, unite le castagne e cuocete finchè il farro non sarà morbido e le castagne cremose. Aggiungete le pere alla fine.

Regolate di sale e di pepe, spolverate con un po’ di parmigiano e in tavola!

Buona settimana 🌰

Daniela

Ricette

Vasetto mon amour – pomodori secchi

Alle volte basta una semplice idea per rendere qualcosa di semplice in qualcosa di delizioso.

Più che una ricetta vuole essere un’idea per preparare un vasetto pieno zeppo di mediterraneo, persino la dispensa profumerà.

Per prima cosa procuratevi dei pomodori secchi, io quest’estate ne ho fatti parecchi e poi con la mia poletta super carica di prodotti del sud ho portato a Bergamo anche loro, comunque alcuni fruttivendoli li vendono.

Indispensabile un vasetto di quelli con la guarnizione, pomodori secchi (come già detto), basilico , aglio fresco e olio di oliva.

Mettete a bagno i pomodori per una mezoretta, devono essere reidratati.

Scolateli, asciugateli e ora riempite il vasetto con foglie di basilico e aglio, per chi volesse anche con del peperoncino.

Aggiungete a filo l’olio, chiudete il barattolo e lasciatelo riposare.

Come uso questo barattolo? Tutto dipenda dalla situazione comunque non tolgo mai i pomodori dal barattolo, lo apro ci metto una forchettina di quella colorate e lascio che i miei ospiti di preparino da soli delle bruschettine super saporite.

Poi dato che l’aperitivo mi piace farlo tantissimo anche quando non ho ospiti e siamo a casa da soli, non faccio altro che mettere il mio barattolo in centro tavola, pane tostato e buon bicchiere di vino ed il gioco è fatto. La felicità è fatta di piccole cose.

Ricette

Sperimentando in cucina

Mai sentito parlare di cottura sotto vuoto a bassa temperatura?

Ecco, si scrive “roner” e si legge “mai più senza”!!!dopo i racconti di una collega appassionata di cucina e i consigli di un amico chef (ma vero), l’ho comprato e non ne faccio più a meno: ne vado matta e la mia cucina è diventata un piccolo laboratorio gastronomico, con risultati da ristorante!!!per ora dimenticatevi di cucine unte d’olio ovunque da pulire e di carne dura o pesce stopposo se vi scappa l’occhio sul timer…

Ve ne parlerò..per ora qualche assaggio della preparazione di due hamburger di chianina nella mia domenica pomeriggio..ah si, perché si cucina oggi, e si può mangiare con tutta calma e morbidezza anche tra qualche giorno🍀🍀

Buona settimana😊🤸‍♂️

Daniela

Ricette

Fagottini autunno style

A metà tra una ricetta autunnale e una svuota frigorifero.

Ieri pioggia, forno acceso e un bel bicchiere di vino rosso la serata sembrava proprio autunnale.

Ho recuperato un po’ di verdure miste che avevo in frigorifero, et voilà un involtino ricco di vitamine e minerali è pronto.

Ingredienti per 4 persone

30/40 foglie di cavolo nero

2 carote

2 patate

1 zucchina

1 pezzo di zucca

50 g. di scamorza affumicata

8 cucchiai di pangrattato

10 noci

Procedimento

Taglia tutta la verdura a dadini escluso il cavolo nero, falli saltare in padella con un filo di alio, aggiungi un pizzico di sale e 1 bicchiere d’acqua ( fino a coprire le verdure), lascia cuocere per 15/20 minuti fino a quando le verdure saranno abbastanza tenere da poter essere schiacciate con una forchetta.

Sbollenta le foglie di cavolo nero.

Schiaccia le verdure grossolanamente, aggiungi la scamorza tagliata a dadini e del pangrattato, otterrai un composto morbido.

Unite 3 / 4 foglie di cavolo nero e mettere al centro un cucchiaio di ripieno, chiudete il fagottino e mettetelo in una pirofila, continuate a preparare fagottini e poi via in forno per 20 minuti con un filo d’olio e qualche gheriglio di noce.