Le chicche di patate verdi e gamberi

Ecco la prima ricetta in diretta Instagram su #noirestiamoacasa, un piatto semplice ma curato, come piace a me..e che è saltato fuori come svuota frigo per consumare con gusto quello che avevo da un po’ in casa prima della prossima spesa.

Le chicche di patate colorate dagli spinaci, saltate in un fondo di gamberi, buonissimi anche surgelati. In questo modo riutilizziamo la ricetta della bisque (per chi è appassionato di termini chic in cucina), una base pazzesca che sa di mare per condire piatti di pesce. I fondi di pesce (per fare un risotto o condire una pasta) si preparano con gli “scarti” e se usiamo i gamberi, o i crostacei in generale, il risultato è molto molto più saporito e intenso.

Ci servono:

Per le chicche,

1 patata a testa

1 pugnetto di spinaci bolliti

1 uovo (solo il tuorlo)

Farina q.b.

Un pizzico di sale

Per il fondo,

10/12 gamberi (anche le comunissime mazzancolle, gelo come le mie, vanno benissimo)

1 carota

1/2 scalogno

1 costa di sedano con il suo ciuffo

Concentrato di pomodoro

Erbe aromatiche secche (quelle in barattolo, per intenderci)

1/2 bicchiere di vino bianco

Olio, sale e pepe q.b.

Indispensabili: lo schiacciapatate, un colino e …. dei cubetti di ghiaccio!

Procedimento

Per coordinare i tempi, bollite in anticipo gli spinaci e le patate già pulite e tagliate a dadini. Fate raffreddare bene, e schiacciate le patate una volta tiepide, strizzate gli spinaci per eliminare l‘acqua in eccesso e frullateli con il mini pimer.

Pulite i gamberi e tenete da parte le zampine, la testa e il carapace per il fondo. 

È facilissimo, si fa tutto a freddo; tagliate grossolanamente la carota, lo scalogno e il sedano. In una padella antiaderente mettete olio e tutte le verdure, un cucchiaio di concentrato di pomodoro, le erbe aromatiche e i resti dei gamberi. 

Fate tostare bene a fiamma alta. Quindi condiamo con olio e sale come se fosse un’insalata, e sfumiamo con il vino bianco, sempre a fuoco vivo.

A questo punto aggiungiamo i cubetti di ghiaccio per colorare di arancio intenso il nostro fondo, e quando sarà quasi sciolto aggiungiamo mezzo bicchiere di acqua. Facciamo cuocere a fiamma alta finchè il sugo non si è dimezzato, deve restringersi bene.

A questo punto, mettiamo le mani in pasta!

Su un asse mettete le patate a fontana, nel centro l’uovo, un pizzico di sale, e incorporiamo lentamente tutto unendo un po’ di farina per volta (non ci sono quantità fisse, occorre tanta farina quanta ne serve per lavorare le patate), aggiungiamo per addensare un pizzico di maizena se ce l’abbiamo, quindi uniamo gli spinaci e continuiamo a lavorare.

La pasta sarà tutta appiccicosa per un po’, ma poi otterrete un composto elastico e compatto.

Nel frattempo il fondo si sarà ristretto, e filtratelo con un colino: restera’ solo il fondo senza verdure e scarti, che continuate a far restringere a fiamma media. Alla fine dovete ottenere una base quasi cremosa.

Contemporaneamente fate bollire e salate l’acqua per cuocere le chicche.

Dalla pasta ricavate dei pezzi e poi dei salsicciotti, quindi tagliateli a tocchetti più i meno grandi a seconda del vostro gusto (non andate oltre un centimetro però!) e formate delle palline che posate su un tagliere infarinato.

Tuffatele in acqua bollente finchè non “salgono” e nel frattempo spadellate i gamberi nel fondo di pasce.

Scolate le chicche con un colino, saltatele con i gamberi e impiattate, aggiungendo erbe aromatiche e pepe a crudo.

E buon appetito, con il mare in tavola anche se dobbiamo restare a casa!

Alla prossima.

Daniela 🌈

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...