La treccia dolce

Chi segue questo blog su Instagram ha visto che in questi giorni sospesi ho molto più tempo per dedicarmi alla mia passione!e non mi stanco di dirvi, soprattutto adesso, che la gioia che può dare cimentarsi in un piatto mai fatto prima, o curare di più anche un nostro “cavallo di battaglia”, è un ottimo antidoto a tutto quello che purtroppo stiamo vivendo.

La cucina è gioia di vivere e un passatempo che fa spuntare il sorriso. E ci fa prendere cura, di noi e degli altri.

Dopo varie forme di pane, una crostata, il ragù bolognese e la pizza lievitata due giorni, poteva mancare nel mio forno un dolce nuovo per la colazione di domani?

La scusa è stata un post-it caduto dalla mensola dove tengo i libri di cucina, era una ricetta che mi aveva dato almeno 10 anni fa una collega e che, ammetto, non avevo mai fatto!Quindi, il tempo in questi giorni non manca, e una fetta di pan brioche caldo può farci iniziare un’altra giornata con una coccola nuova.

Qui tutta la cucina profuma di dolcezza, e sbirciare dalla porta del forno quanto è lievitata mi riempie di gioia, quindi vi subito la ricetta.

Ingredienti

300 g di farina 00

80 ml di latte intero

2 uova + 1

50 g di zucchero + q.b. di canna per la guarnizione

25 g di lievito di birra fresco o 7 g di quello secco

40 g di burro

Scorza di mezzo limone grattugiata q.b.

Estratto di vaniglia

Un pizzico di sale

Procedimento

Riscaldate il latte, e quando è tiepido versatelo in un bicchiere con lo zucchero e il lievito; mescolate e lasciate riposare una decina di minuti, finché non compare una leggera schiuma in superficie per l’attivazione del lievito.

Nel frattempo fate fondere il burro.

In una ciotola capiente versate la farina a fontana, unite il lievito con il latte e quindi il burro, e incorporate tutto. Impastate aggiungendo anche il limone e il sale, fino a formare una palla liscia (aggiungete latte o farina a seconda della consistenza).

Mettetela a lievitare per almeno un’ora in un luogo caldo (il forno con la luce accesa è perfetto) coperta con un canovaccio.

Quando avrà raddoppiato il suo volume, infarinate il piano di lavoro e reimpastatela velocemente, quindi dividetela in tre e con ciascun pezzo ricavate un salsicciotto di circa 30/35 cm di lunghezza.

Stendete un foglio di carta forno su una teglia e lì realizzate direttamente la treccia, in diagonale rispetto alla teglia: unite i tre salsicciotti ad un’estremità, separateli e intrecciateli, quindi chiudeteli schiacciando le tre code alla fine.

Coprite con un canovaccio e fate lievitare per un’altra mezz’ora.

Quindi spennellate tutta la superficie con l’uovo e spolverate con lo zucchero di canna che farà la crosticina.

Infornate per circa 40′ in forno statico a 170 gradi.

Vi dico solo che non ho resistito all’assaggio e non vedo l’ora che sia domattina!!

A presto

Daniela 🌈

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...