Archivio | gennaio 2018

Gnocchi di carote gratinati

Care amichesciroppate,

ma chi lo dice che chi vive da solo non può prepararsi cenette deliziose, abbasso i piatti pronti e le confezioni di affettati consumate in fretta e furia, regalarsi un bel piattino è molto appagante, godurioso e un bell’allenamento per quando si avranno amici cena.

Questa ricetta svuota-frigo è veloce e la potete anche preparare in due tranche esattamente come ho fatto io ieri.

E questo è il risultato mangiato a pranzo oggi……. Da leccarsi i baffi!!

Esperimento riuscito e regalo soddisfacente.

Ingredienti x 1

5 carote

6 cucchiai di farina

Sale q.b.

Pepe q.b.

Ricotta salata

Parmigiano reggiano

Burro 15 g.

Procedimento

Cuocete a vapore le carote, frullatele con la farina, aggiustate di sale.

Questo manicaretto l’ho preparato in due step, quindi una volta creato l’impasto l’ho lasciato in frigorifero fino al giorno dopo.

Con l’aiuto di un cucchiaio ho creato degli gnocchetti tuffandoli direttamente in acqua salata, venuti a galla li ho trasferiti in una pirofila, ricotta salata, parmigiano, pepe e un pezzetto di burro.

Nel forno a 200° per 10 minuti, BUONISSIMI!!!!

Sono perfetti anche per un invito a cena, potete preparali prima e farli gratinare all’ultimo minuto.

Caldarroste al forno

Care Amichesciroppate,

avete presente la bontà delle caldarroste con il loro gusto dolce e avvolgente?

Bene, da oggi potrete farle comodamente al forno con pochissimi passaggi e senza sporcare i fornelli.

Organizzate una bella gita nei boschi, raccogliete tante tante tante castagne e seguite la ricetta!

INGREDIENTI

Castagne

PROCEDIMENTO

Prendete le castagne ed incidetele, una ad una, con un taglio orizzontale di circa 2 cm.

Versatele poi in una ciotola piena di acqua e lasciatele in ammollo per circa due ore.

Questo passaggio sará fondamentale per poi sbucciare più facilmente le vostre castagne.

Trascorse le 2 ore scolatele e asciugatele con un canovaccio.

Distribuite ore le castagne su una teglia  rivestita con carta da forno.

Infornate a 220 gradi per circa 25 minuti con forno ventilato.

Di tanto in tanto rigirate le castagne e controllate la cottura.

Toglietele dal forno e sbucciatele ancora calde!

Bene,ora finalmente potrete gustarvele ….ma ATTENZIONE! Una  tira l’altra!

Stefania💓

/p>

Gnocchi viola affogati

Care Amichesciroppate,

negli ultimi mesi siamo state un po’ latitanti, ma alle volte la vita ti impone di dedicare il tuo tempo ad altro.

Nel mio caso esattamente un anno fa ho dovuto necessariamente ricominciare da me, la ricerca di una nuova casa che poi  è diventata un  nido delizioso che amo, dove nella mia cucina tutta bianca ho cucinato anche solo per me, solo per il gusto di viziarmi.

Assicuro che per questo 2018 tornerò super operativa, con i miei manicaretti e perché no anche con qualche novità……., continueranno i miei spostamenti da nord a sud, prima fatti per amore del cibo, del vino dei posti…… oggi chissà forse anche per Amore….. comunque questo è tutto un altro discorso.

Ieri sera dopo una giornatina in ufficio niente male, mi sono goduta uno dei miei piatti preferiti:

GNOCCHI !!!

Era giovedì e il giovedi si fanno gli gnocchi, li ho fatti viola, affogati in una fonduta di taleggio e una pioggia di radicchio rosso.

Una goduria assoluta, se non volete mettervi a farli vanno bene anche quelli acquistati  di patate gialle, ma l’accostamento cromatico viola, bianco mi  piace molto… e poi voi la sapete che il viola è il colore dell’intelletto e il bianco l’unione di tutti i colori?

 

Ingredienti per 4 persone

Gnocchi

500g di patate viola

150 g. farina

1 uovo intero

Saleq.b.

Fonduta

150 g.taleggio

100 ml di latte intero

Radicchio rosso

Sale q.b.

Pepe q.b.

Olio evo

Procedimento

Fate bollire le patate, quando saranno cotte passatele nello schiacciapatate, amalgamate la farina, l’uovo e aggiustate di sale. L’impasto dovrà risultare omogeno e liscio, dividetelo in parti uguali e crete dei rotolini dai quali riceverete gli gnocchi.

Preparate una pentola con acqua salata.

Per la fonduta non dovrete far altro che sciogliere il taleggio con il latte a fuoco dolcissimo

Scaldate un filo d’olio evo in un tegame e fate saltare il radicchio tagliato a striscioline, aggiungete un pizzico di sale, fate attenzione a non farlo stufare deve restare bello croccante.

Cuocete gli gnocchi, una volta venuti a galla saranno pronti.

Per impiattare potete scegliere se unire direttamente la salsa al taleggio alla pasta fresca, oppure mettere  la crema a specchio (la salsa al centro del piatto) sopra gli gnocchi e finire il piatto con il radicchio, ah mi raccomando una macinata di pepe ci sta benissimo.

Io ho scelto la seconda possibilità, soprattutto per tenere ben distinti i colori, perché se l’ingrediente segreto è sempre l’amore ricordatevi che si mangia con tutti i sensi e la vista è il primo.

Kiss

Carola la vostra amicasciroppata