Archivio | aprile 2016

Sfere di merluzzo

Care amichesciroppate,

le sfere di merluzzo saranno assolutamente versatili, perfette per un aperitivo rinforzato com amici, ma deliziose come secondo piatto.

  
La cottura in forno vi permetterà di utilizzare il tempo di cottura per fare altro, oltre che un risultato light.

Ricco di omega-3 il merluzzo aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo ed essendo a basso contenuto di grassi si sposa perfettamente a una dieta ipocalorica.

Il merluzzo è anche ricco di arginina, è per questo che può essere considerato un viagra naturale.

Ingredienti per 4            

200 g. di filetti di merluzzo

6 cucchiai di pangrattato

1 uovo

1 cucchiaio di parmigiano reggiano

4 cucchiaio di prezzemolo

Sale q.b.

Pepe q.b.

Per la panatura

Pane grattugiato

Olio evo q.b.

Procedimento

Frullatore mon amour pronto all’uso, forno mio alleato a 200° grill.

Inserite tutti gli ingredienti nel mixer e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.

  
Bagnatevi le mani e formate con l’impasto delle sfere grandi circa 2cm, passatele nel pangrattato e posizionatele sulla teglia del forno, un filo d’olio e ora in forno, che sarà già sicuramente caldo al punto giusto.

  
Cuocete per 20 minuti girando a metà cottura le vostre polpettine.

  
Io le servo sempre con una spennellata di senape, che con il merluzzo è una libidine.

Buon appetito!!!

Carola 😘

 

 

 

Pasta & fave

Processed with MOLDIV

Care Amichesciroppate,

la ricetta che vorrei proporvi oggi è un primo piatto rustico e molto saporito ideale da preparare quando al mercato trovate le fave di stagione fresche e tenere.

Le si possono trovare anche al supermercato nel reparto surgelati giá belle che pulite, ma il sapore non è proprio lo stesso.

La pasta che più si adatta a questa ricetta sono i ditali rigati, ma andrá bene qualsiasi tipo di pasta purché corta (io spesso spezzetto degli spaghettini!).

Siete pronte?

Si cucina!

INGREDIENTI per 4 persone

350 gr di ditali i rigati

500 gr di fave sgranate

Brodo vegetale 1 litro

1 cipolla

salsa di pomodoro qb

sale qb

pepe qb

prezzemolo

PROCEDIMENTO

Fate soffriggere in una pentola abbastanza capiente la cipolla tagliata sottile.

Processed with MOLDIV

Aggiungete qualche cucchiaio di salsa di pomodoro e dopo pochi minuti unite le fave fresche.

Lasciate insaporire le fave nella salsa di pomodoro per un paio di minuti continuando a mescolare.

Ora coprite le fave con il brodo bollente salato e lasciate cucinare per una mezz’oretta, fino a quando le fave risulteranno cotte.

Processed with MOLDIV

Nel frattempo, in un altro pentolino, fate bollire dell’acqua e cucinate i ditaloni rigati.

Quando la pasta sará cotta scolatela e mettetela nei piatti.

Ora aggiungete ad ogni piatto di pasta una bella mestolata di fave.

Potrete lasciare la pasta molto brodosa oppure più asciutta, in base ai vostri gusti.

Terminiamo con  una bella spolverata di prezzemolo fresco ed una grattatatina di pepe… e la vostra pasta e fave è pronta per essere gustata!

Processed with MOLDIV

Buon Appetito!

Stefania💗

Uova?!…noi le preferiamo Bio!

Processed with MOLDIV

 

Care Amichesciroppate,

vi siete mai chieste che cosa significano  quelle scritte sul guscio delle uova che avete appena comprato o che state utilizzando per cucinare il vostro piatto preferito?

Per legge le uova fresche vendute in negozio devono essere timbrate una ad una, e questo timbro serve appunto per dare una serie di informazioni al consumatore, come ad esempio la provenienza e il tipo di produzione.

Diciamo che rappresenta la carta d’identità di ogni uovo.

Io prima non ci facevo mai caso, ma dopo aver visto filmati in internet su come vengono allevate alcune galline mi sono ripromessa di consumare solo uova Bio….certo, se avessi delle galline tutte mie sarebbe  ancora meglio!

Quindi amiche leggete sempre bene!

Stefania💗

 

 

Tempura di fiori di zucchina

Processed with MOLDIV

Care Amichesciroppate,

chi di voi non adora i fiori di zucchina fritti?

Sì, lo so…il fritto non fa proprio benissimo alla salute ma una volta ogni tanto c’è lo possiamo concedere!

Io solitamente li friggo con la tecnica del tempura , molto utilizzata in Giappone.

Gli ingredienti che servono per la pastella sono solamente due: acqua e farina (preferibilmente quella di riso , ma io utilizzo anche la 00).

L’acqua deve  essere assolutamente frizzante e assolutamente fredda.

Anche le verdure che andrete a friggere , in questo caso i fiori di zucchina, dovranno essere molto fredde, quindi lavatele, tagliatele e riponetele in frigorifero fino al momento della frittura.

Per preparare la pastella basterà aggiungere tutta la farina all’acqua, senza preoccuparsi di mischiarla troppo bene.

Sará perfetta anche con un po’ di grumi perché creeranno quel fantastico effetto increspato.

Per friggere utilizzate dell’olio di girasole.

Processed with MOLDIV

Lo shock termico tra la verdura pastellata fredda e l’olio bollente renderà la vostra frittura leggera e croccante.

Processed with MOLDIV

Non so a voi , ma a me è già venuta fame!

Stefania💓

 

Asparagi in camicia

Cade amichesciroppate, finalmente è tempo di asparagi. 

  
Versatili e gustosi ottimi per un risotto delicato o nella più classica preparazione: con le uova. 

Oggi ve li proponiamo in camicia, potrete anche preparali prima e completare la cottura prima di servirli.

Mi raccomando vanno mangiati caldissimi! 

Ingredienti per 2 persone

1 mazzo di asparagi medi

4 fette di pancetta arrotolata

6 fette di scamorza tagliata sottile
Su il cappello

Lavate gli asparagi e eliminate la parte più dura, cuoceteli in acqua salata per circa 20 minuti, dovranno essere belli teneri.

  
Scolateli e divideteli in due mazzi.

Adagiate sulla carta forno la pancetta sovrapponendo una fetta sull’altra (3 fette per porzione).

Ora è il turno della scamorza, sopra la pancetta con la stessa modalità.

Posizionate gli asparagi al centro e arrotolateli, in modo che siano libere le punte e la parte finale del gambo e il centro sia avvolto dalla pancetta e dal formaggio.

  
Se il preparate espressi, subito in forno a 220° per circa 15 minuti, fino a quando vedrete fondere il formaggio e la pancetta sarà dorata.

Se li preparate in anticipo nessun problema, teneteli in frigorifero e poi via nel forno caldo.

Mi raccomando vanno serviti bollenti.

Ciao belle, buon weekend 😘

Cacio e pepe special

Care amichesciroppate,

gli spaghetti cacio e pepe a casa mia piacciono parecchio, sono velocissimi da fare, bastano due ingredienti e in un battibaleno si porta in tavola in piatto gustoso.

  
Oggi ho deciso di fare una variante alla solita ricetta, restando in lazio ho deciso di aggiungerci dei carciofi trifolati, tempo di preparazione 15 minuti e mi sono gustata un piattino della tradizione italiana con una nota diversa, ma assolutamente da provare.

Ingredienti per due persone

2 carciofi

180 g di spaghetti

Pecorino grattugiato q.b.

Olio evo q.b

Acqua di cottura q.b.

Pepe q.b.

Sale q.b.

Aglio uno spicchio

Prezzemolo 1 cucchiaio

Su il cappello

Per prima cosa preparate i carciofi: mondateli e tagliateli sottilmente eliminando la barba interna.

  
Scaldate in una casseruola un filo d’olio con lo spicchio d’aglio intero, aggiungete i carciofi, il prezzemolo tritato e una presina di sale.

Fate cuocere per 15 minuti con un coperchio, mescolando di tanto in tanto.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, nel frattempo trasferite in una casseruola un mestolo d’acqua di cottura con un filo d’olio, scaldatela e trasferiteci gli spaghetti tenendo indietro la cottura di un minuto, aggiungi il pecorino, come se piovesse, amalgama bene e se necessario aggiungi ancora acqua di cottura o pecorino, per creare una crema.

  
Impiatta gli spaghetti e guarnisci con i carciofi.

  
Ti assicuro che l’abbinamento non ti deluderà.

Buon appetito!

Carola